Consigli per il botulino

Cerchiamo di fare un riassunto sui migliori consigli per il botulino. Che si tratta di un trattamento estetico contro rughe, grinze e affossamenti della pelle si sa. E' anche assodato ormai che il botox è il nome con cui viene chiamata la tossina botulinica in tutto il mondo, proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium botulinum. Diamo invece ora un 'occhiata alle cose che meno si conoscono sul botulino.
I primi studi sulla tossina botulinica sono stati effettuati alla fine degli anni trenta ,ma è nel 1980 che viene utilizzata per la prima volta sugli essere umani. Nel 2002 la Fda statunitense rilascia l'autorizzazione per il suo uso in campo estetico, da lì arriviamo ai giorni d'oggi. Il botulino viene iniettato, da mani esperte, sulla zona che è interessata da rughe e avvallamenti. Tramite siringa con aghi finissimi la tossina finisce sottopelle, a quel punto il botulino rompe una proteina chiamata SNAP 25, necessaria per la contrazione del muscolo, così facendo le rughe si rilassano e si distendono. Questo quello che accade in parole povere.
Primo consiglio relativo al botulino per tutti coloro che si aspettano di ringiovanire di 20 anni: Il botox aiuta ma non può fare miracoli per quelle rughe di espressione che sono molto profonde.
Altro consiglio per chi crede di far scomparire i segni del tempo per sempre col botulino: il risultato è TEMPORANEO, non dura per sempre, anzi. Mediamente ci possiamo ritenere soddisfatti se si arrivi con la durata del trattamento a sei mesi, quindi per ringiovanire il viso dobbiamo tornare nuovamente alle iniezioni.
Ultimo consiglio sul botulino, ma anche il più importante: non improvvisate; ci sembra superfluo ricordare di affidarvi solo a mani esperte (medici) e non ad estetisti o ad altre figure professionali poco definite; ancora peggio il fai da te (sono stati oscurati alcuni siti che vendevano kit per botulino da iniettare da soli).
Il botulino va usato con attenzione in determinate zone del viso. Vi ricordiamo che la stessa tossina viene utilizzata per combattere tic, blefarospasmo e distonia. In quel caso agisce come paralizzatore del muscolo. Provate a pensare nel peggiore dei casi cosa possa accadere. Nel migliore (parliamo sempre di sbagli) il vostro sguardo potrebbe assumere il famoso "effetto diavolo",quello con le sopracciglia all' insu' che conferisce l'aria sinistra da diavolo.